Author Archives: Luisa Rota

Loading
loading..

NTC 2018, pubblicata la circolare applicativa

NOVITA’. Circolare 21 gennaio 2019 n. 7

Istruzioni per l’applicazione dell’«Aggiornamento delle “Norme tecniche per le costruzioni”» di cui al decreto ministeriale 17 gennaio 2018. La nuova circolare applicativa è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.35 del 11-02-2019 – Suppl. Ordinario n. 5.
Il Consiglio superiore del lavori pubblici ricorda che in considerazione del carattere innovativo di detto aggiornamento, si è ritenuto opportuno emanare la presente circolare applicativa – sottoposta al parere dell’Assemblea generale del Consiglio superiore dei lavori pubblici, che si è espressa favorevolmente in data 27 luglio 2018, con voto n. 29/2017 – che sostituisce la precedente circolare n. 617 del 2 febbraio 2009, relativa alle norme tecniche approvate con decreto ministeriale 14 gennaio 2008, la quale ha lo scopo di fornire agli operatori del settore, ed in particolare ai progettisti, opportuni chiarimenti, indicazioni ed clementi informativi per una più agevole ed univoca applicazione delle norme stesse.
Pur essendo state apportate numerose e significative modifiche rispetto alla precedente circolare, non è stato cambiato l’impianto generale e l’articolazione del documento e, pertanto, il testo è articolato conformemente alle norme tecniche di cui mantiene la medesima strutturazione in capitoli e paragrafi, al fine di una più agevole consultazione.

Per saperne di più clica qui

 

Raddoppiano le sanzioni per i datori di lavoro recidivi contro gli interessi dei lavoratori

E’ on line sul sito dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (Inl) la nuova versione del Testo unico sulla sicurezza sul lavoro aggiornata a gennaio 2019.

Attenzione. Per i datori di lavoro aumentano le sanzioni sulle violazioni a danno della tutela degli interessi e della dignità dei lavoratori. E, se recidivi, la multa raddoppia.

Con riferimento alla Legge di Bilancio 2019 sulle novità in materia di sicurezza sul lavoro, nella revisione di gennaio 2019 del Testounico sulla sicurezza, D.Lgs n. 81/08, si dà seguito all’incremento degli importi sanzionatori relativi alle violazioni che più di altri incidono sulla tutela degli interessi e della dignità dei lavoratori. Se poi nei precedenti tre anni il datore di lavoro aveva già ricevuto sanzioni per queste violazioni le nuove, comminate per recidiva della stessa violazione, saranno raddoppiate. Al riguardo si segnala la nota n. 1148 del 5 febbraio 2019 pubblicata dall’Ispettorato nazionale del lavoro in cui si chiarisce il significato della dizione “le maggiorazioni sono raddoppiate ove, nei tre anni precedenti il datore di lavoro sia stato destinatario di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti” dove viene spiegato che la sanzione maggiorata interesserà la reiterazione del medesimo illecito, ovvero una violazione del precetto già trasgredito e, destinatario della sanzione, sarà il soggetto che nella stessa impresa in precedenza sarà stato “trasgressore” in violazioni amministrative o il “datore di lavoro” per violazioni riguardanti la sicurezza sul lavoro D.Lgs n. 81/08.

Tutte le novità apportate dall’ultima versione del Testo unico sulla sicurezza – Decreto Legislativo n. 81 del 8 aprile 2008 – sono le seguenti:

  • Modifica introdotta all’art. 99 (notifica preliminare) (notifica preliminare) dalla Legge 1 dicembre 2018 di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113, recante disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell’interno e l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. (GU n. 281 del 3/12/2018 in vigore dal 04/12/2018)
  • Inseriti degli interpelli n. 6 del 18/07/2018 e n. 7 del 21/09/2018
  • Sostituito il Decreto Direttoriale n. 51 del 22 maggio 2018 con il Decreto Direttoriale n. 89 del 23 novembre 2018 – Ventesimo elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’art. 71 comma 11 (LINK ESTERNO all’Allegato).
  • Rivalutati, a decorrere dal 1° gennaio 2019, nella misura del 10%, gli importi dovuti per la violazione delle disposizioni di cui al D.Lgs. n. 81/2008, ai sensi dell’art. 1, comma 445, lettera d), della Legge n. 145/2018 (legge di bilancio), che ha previsto la maggiorazione degli importi sanzionatori delle violazioni che, più di altre, incidono sulla tutela degli interessi e della dignità dei lavoratori. Le anzidette maggiorazioni sono raddoppiate laddove, nei tre anni precedenti, il datore di lavoro sia stato destinatario di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti.
  • È stata inserita l’Appendice C con le tabelle degli importi sanzionatori con la maggiorazione raddoppiata in caso di recidiva, ai sensi dell’art. 1, comma 445, lettera e), della Legge n. 145/2018 (legge di bilancio)
  • Corretto il refuso relativo all’Interpello n. 26/2014 del 31/12/2014 – Applicazione del decreto interministeriale 18 aprile 2014 cosiddetto “decreto capannoni”.

Per conoscere il testo di tutte novità clicca qui
Per saperne di più sulle sanzioni leggi la nota Inl n. 1148 del 5 febbraio 2019 pubblicata da Olympus.

Milano, 7-8 febbraio 2019. Via alla sesta edizione del Premio Imprese per la Sicurezza 2019. Al Connext 2019 presso MiCo

Inail e Confindustria presentano la VI edizione del Premio Imprese per la Sicurezza 2019 nell’ambito dell’evento CONNEXT organizzato da Confindustria il 7 e l’8 febbraio 2019 a Milano presso MiCo, Milano Convention Centre in Piazzale Carlo Magno, 1

Il Premio Imprese per la Sicurezza 2019 è un’iniziativa rivolta alle aziende che si distinguono per l’impegno concreto e per i risultati gestionali conseguiti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Inail sarà presente  con uno stand espositivo e parteciperà a due seminari:

  • “Premio imprese per la sicurezza 2019 – Avvio VI edizione” in data 7 febbraio p.v., dalle ore 11.30 alle 13.00, per il lancio della VI edizione del Premio che vedrà l’intervento del Presidente dell’Istituto Prof. Massimo De Felice, del Presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, e del Direttore Area Lavoro e Welfare, Pierangelo Albini, del Direttore centrale Prevenzione Inail, Ester Rotoli
  • “Incentivi Inail in ottica di Integrazione e Sviluppo” in data 8 febbraio 2019, dalle ore 12.00 alle 13.30, curato da Inail Direzione regionale Lombardia, che avrà un taglio tecnico  e tratterà le tematiche attinenti al nuovo bando ISI, pubblicato il 20 dicembre 2018.

Per accedere al polo fieristico è necessario registrarsi gratuitamente come visitatori tramite il portale https://connext.confindustria.it/ inserendo il codice invito V888QE.

Fonte: Inail
Per saperne di più clicca qui

Novità in libreria. Safety Talks, il libro che dà valore alla sicurezza e insegna la consapevolezza e la corresponsabilità rispetto al rischio

Uno strumento utile a Safety Manager, Rspp, Rlst e Rls, e a tutte le figure che si occupano di sicurezza in azienda e non solo. Dedicato a chi intende trovare un nuovo approccio al difficile argomento della prevenzione alla salute e sicurezza.

Si intitola Safety Talks. Storie che vale la pena di condividere  – Epc Editore, Roma dicembre 2018 – è il libro scritto a quaranta mani dagli Ambassador di Italia Loves Sicurezza. E’un volume della collana SafeBooks a cura di Davide Scotti ideatore, nel 2015, del movimento Italia Loves Sicurezza.

Safety Talks contiene storie, testimonianze e suggerimenti a cui ispirarsi per trovare nuove soluzioni nel difficile compito di trasmettere i concetti della cultura della sicurezza affinché vengano appresi ed interiorizzati da lavoratori e cittadini. Storie, riflessioni e idee che hanno il potere di aprire a nuove possibilità e prospettive sui temi di prevenzione, salute e sicurezza.
Tutti gli ambassador – si legge nell’introduzione di Ilaria Spagnoli -, ciascuno con la propria sensibilità e il proprio stile, affrontano il tema salute e sicurezza con un approccio innovativo. Quella che emerge da queste pagine è una sicurezza intesa non come obbligo da subire ma come scelta consapevole, come valore da salvaguardare in difesa della vita”.

Un’impostazione che richiede apertura al cambiamento e fiducia, affinchè sempre più soggetti diventino consapevoli dei rischi che corrono ogni qual volta si accingono a svolgere una mansione lavorativa oppure una semplice azione quotidiana come è quella di guidare la propria automobile.

Il rischio zero non esiste ma la consapevolezza aiuta a mettere in atto comportamenti corretti e sicuri, la percezione del rischio è fondamentale per tutelarsi e salvarsi la vita.

Questo in sintesi il messaggio che trasferisce la pubblicazione. La difficoltà maggiore per coloro che hanno il compito di diffondere la cultura della sicurezza è quella di combattere i pregiudizi e la sfiducia a cui questa materia è sottoposta quotidianamente. L’obiettivo è quello di arrivare, in aziende e imprese, a far crescere gli investimenti per la prevenzione, la formazione e la divulgazione della cultura della sicurezza, perché quest’ultima è un valore da condividere e del quale tutti sono, ed è bene che si sentano, corresponsabili.
Safety Talks  è il primo libro collettivo di Italia Loves Sicurezza. I diritti d’autore dell’opera sono destinati alla produzione di uno spot video per la diffusione della cultura della sicurezza. www.italialovesicurezza.it

 

 

Riduzione del tasso Inail per le aziende. C’è tempo sino al 28 febbraio per presentare on line il modello OT24

L’art. 24 delle Modalità per l’applicazione delle Tariffe emanate con d.m. 12.12.2000, come modificato, da ultimo, dal d.m. del 3.3.2015, prevede l’applicazione da parte dell’Inail di una riduzione del tasso medio di tariffa alle aziende che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia. L’Inail predefinisce gli interventi che sono considerati validi ai fini della concessione del beneficio in ragione della loro valenza prevenzionale e, per ciascun intervento, individua la documentazione probante l’attuazione degli stessi.

Per accedere alla riduzione, l’azienda che ha realizzato tali interventi migliorativi deve presentare un’apposita istanza (Modulo OT24), esclusivamente in modalità telematica, attraverso la sezione Servizi Online presente sul sito www.inail.it, entro il termine del 28 febbraio 2019, unitamente alla documentazione probante richiesta dall’Istituto.

Per saperne di più clicca qui

Legge di Bilancio 2019. Settore edile, detrazioni fiscali confermate: ecobonus, bonus ristrutturazioni, mobili e verde

Con la legge di Bilancio 2019 pubblicata in Gazzetta il 31 dicembre 2018 per il settore edilizia sono confermate le principali detrazioni.

Per interventi di efficienza energetica le detrazioni fiscali restano valide anche per gli interventi effettuati nel 2019 e sono quindi prorogate al 31 dicembre 2019. Continua dunque il vantaggio derivante dalla detrazione Irpef del 50% per la sostituzione di infissi e caldaie, mentre per gli interventi più importanti, come ad esempio la coibentazione dell’intero edificio, resta la detrazione del 65%.

Gli interventi di ristrutturazione edilizia godranno del regime di detrazione fiscale del 50% fino al 31 dicembre 2019, così come è confermato il “bonus mobili” del 50% legato agli interventi di ristrutturazione edilizia iniziati a partire dal 1 gennaio 2018.

Anche la detrazione del 36% per gli interventi di riqualificazione di giardini, parchi, terrazzi resta invariata sino al 31 dicembre 2019.

Per saperne di più clicca qui

Accordo di collaborazione tra Inail – Dc Prevenzione e ATS Informazione e sviluppo della cultura della prevenzione per Rls

Accordo di collaborazione finalizzato a disciplinare le attività che verranno poste in essere per la realizzazione del Progetto “Informazione e sviluppo della cultura della prevenzione per RLS, con particolare riferimento ai settori dell’edilizia, dell’agricoltura ed alle aziende sanitarie ed ospedaliere”.

L’accordo di collaborazione entra in vigore dalla data di sottoscrizione del 22 novembre 2018  e decade al termine dei quindici mesi dalla data di approvazione, da parte del Tavolo tecnico di coordinamento, del documento di progettazione esecutiva,  predisposto per la realizzazione delle attività del progetto “Informazione e sviluppo della cultura della prevenzione per RLS”.

Leggi il testo integrale dell’accordo
Per saperne di più vai alla proposta progettuale

Fonte: Inail

Notifiche preliminari nei cantieri, l’obbligo dell’invio al Prefetto è limitato ai soli lavori pubblici

La conversione in legge del decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113  elimina l’obbligo dell’invio al Prefetto della notifica preliminare di cui all’art. 99 del D.Lgs 81/2008 per tutti i cantieri, limitandolo ai soli lavori pubblici. Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 3 dicembre 2018 della Legge 1 dicembre 2018 n. 132 di conversione con modificazioni, del decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113, recanti disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, è stato nuovamente modificato l’art. 99 del Decreto Legislativo 81/2008.
Il nuovo testo dell’articolo 99, in vigore dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge, a far data dal 4 dicembre 2018, risulta così aggiornato:

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, N. 81

Art. 99 – Notifica Preliminare

1. Il committente o il responsabile dei lavori, prima dell’inizio dei lavori, trasmette all’azienda unità sanitaria locale e alla direzione provinciale del lavoro nonché, limitatamente   ai   lavori pubblici, al prefetto territorialmente competenti la notifica preliminare elaborata conformemente all’allegato XII, nonché gli eventuali aggiornamenti nei seguenti casi:

  1. cantieri di cui all’articolo 90, comma 3;
  2. cantieri che, inizialmente non soggetti all’obbligo di notifica, ricadono nelle categorie di cui alla lettera a) per effetto di varianti sopravvenute in corso d’opera;
  3. cantieri in cui opera un’unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a duecento uomini-giorno.

2. Copia della notifica deve essere affissa in maniera visibile presso il cantiere e custodita a disposizione dell’organo di vigilanza territorialmente competente.

3. Gli organismi paritetici istituiti nel settore delle costruzioni in attuazione dell’articolo 51 possono chiedere copia dei dati relativi alle notifiche preliminari presso gli organi di vigilanza.

 

Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali, pubblicato l’aggiornamento alla guida dell’Agenzia delle Entrate sul Bonus ristrutturazioni 2018

Il 23 novembre 2018 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato l’aggiornamento alla  guida sul bonus ristrutturazioni 2018.
Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio beneficiano di importanti agevolazioni fiscali, sia quando si effettuano sulle singole unità abitative sia quando riguardano lavori su parti comuni di edifici condominiali. La più conosciuta tra queste agevolazioni è sicuramente quella disciplinata dall’articolo 16-bis del Dpr 917/86 (Testo unico delle imposte sui redditi), che consiste in una detrazione dall’Irpef del 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare. Per le spese effettuate nel periodo compreso tra il 26 giugno 2012 e il 30 giugno 2013, il decreto legge n. 83/2012 ha elevato al 50% la percentuale di detrazione e a 96.000 euro l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio.

Questi maggiori importi sono poi stati prorogati più volte da provvedimenti successivi. Da ultimo, la legge di bilancio 2018 (legge n. 205 del 27 dicembre 2017) ha rinviato al 31 dicembre 2018 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%) e del limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Salvo che non intervenga una nuova proroga, dal 1° gennaio 2019 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro.
Dal 2018 la stessa legge di bilancio ha introdotto l’obbligo di trasmettere all’Enea le informazioni sui lavori effettuati, analogamente a quanto già previsto per la riqualificazione energetica degli edifici. Questa nuova comunicazione è necessaria per monitorare e valutare il risparmio energetico conseguito con la realizzazione degli interventi di recupero edilizio.

I benefici fiscali per i lavori sul patrimonio immobiliare non si esauriscono con la detrazione Irpef. Altre significative agevolazioni, infatti, sono state introdotte negli anni. Tra queste, per esempio, la possibilità di pagare l’Iva in misura ridotta e quella di portare in detrazione gli interessi passivi pagati sui mutui stipulati per ristrutturare l’abitazione principale. E ancora, le detrazioni per l’acquisto di immobili a uso abitativo facenti parte di edifici interamente ristrutturati e quelle per la realizzazione o l’acquisto di posti auto.

La guida intende fornire le indicazioni utili per richiedere correttamente tutti questi benefici fiscali, illustrando modalità e adempimenti.
Le novità di rilievo analizzate nella guida aggiornata sono:

  • proroga della maggiore detrazione Irpef
  • beneficiari del diritto alle detrazioni
  • comunicazione all’Enea dei lavori effettuati

La legge di bilancio 2018 (legge n. 205 del 27 dicembre 2017) ha rinviato al 31 dicembre 2018 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%) e del limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.
Introdotto l’obbligo di trasmettere all’Enea le informazioni sui lavori edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia, realizzati nel 2018 (come già previsto per la riqualificazione energetica degli edifici), al fine di monitorare e valutare il risparmio energetico conseguito con la realizzazione degli interventi di recupero edilizio.

Fonte: Agenzia delle Entrate

Per saperne di più clicca qui

Da Inail, premio nazionale “Marco Fabio Sartori” giunto alla sesta edizione. C’è tempo sino al 9 gennaio 2019

Via alla sesta edizione del premio nazionale “Marco Fabio Sartori”. Indetto da Inail il concorso è per la realizzazione di un cortometraggio o di una campagna di comunicazione sul tema “La promozione della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro” e si situa nell’ambito della Campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri”. C’è tempo sino al 9 gennaio 2019. Le candidature infatti, da presentarsi esclusivamente in modalità telematica, saranno accettate sino alle ore 15 di mercoledì 9 gennaio 2019.

Il concorso ha lo scopo di sensibilizzare i partecipanti sui temi della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e sull’importanza della prevenzione come valore di riferimento per le imprese per i lavoratori. Possono partecipare coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 35 anni di età entro il 9 gennaio 2019. I vincitori della precedenti edizioni possono partecipare con progetti diversi da quelli già presentati.

Ai primi tre classificati di ciascuna sezione sarà assegnato un premio:  € 5.000 al primo classificato, € 3000 al secondo classificato, € 1000 al terzo classificato.

La premiazione avverrà in occasione di un evento conclusivo dedicato ai temi della salute e sicurezza che si svolgerà a Milano nel 2019.

Per saperne di più e consultare il bando di concorso clicca qui

Layout mode
Predefined Skins
Custom Colors
Choose your skin color
Patterns Background
Images Background