Monthly Archives: febbraio 2009

Loading
loading..

MORIRE SUL LAVORO E’ UNA TRISTE REALTA’. 29 VITTIME NEI PRIMI 56 GIORNI DEL 2009

L’osservatorio Fillea Cgil pubblica il bollettino dei casi di infortunio mortale in edilizia. Hanno lasciato per sempre i propri cari ventotto operai, di cui cinque di nazionalità straniera e un imprenditore.

Sono ventinove i casi di morti bianche verificatesi in edilizia dal 1 gennaio ad oggi. Il dato è consultabile sul sito internet di Fillea Cgil, che quotidianamente pubblica il reso conto aggiornato dei decessi sul lavoro. L’ultimo fatto è di lunedì 23 febbraio,accaduto  in Abruzzo, in provincia di Teramo, dove un uomo di 33 anni, cantoniere Anas, ha perso la vita travolto da un autotreno sulla Strada Statale 80RAC “Teramo – mare”, mentre era al lavoro in un cantiere mobile regolarmente segnalato. Nei primi 56 giorni del 2009 hanno lasciato per sempre i propri cari ventotto operai, di cui cinque di nazionalità straniera e un imprenditore. Al vertice della triste classifica si colloca la regione Puglia con cinque morti bianche, seguita dalla Sicilia a quota quattro. Tre le vittime per la Toscana, due per Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo e Lazio. Un incidente è accaduto nelle regioni Liguria, Emilia Romagna e Campania.

CANTIERE ORE 12. LA VITA IN CANTIERE E I RISCHI PER I LAVORATORI

Si intitola “Cantiere ore 12” la nuova pubblicazione Asle per sensibilizzare i lavoratori sui rischi che incontrano lavorando in cantiere.

Si intitola “Cantiere ore 12” la nuova pubblicazione Asle per sensibilizzare gli edili sui rischi da lavoro. Il dvd è stato realizzato con l’obiettivo di mettere a fuoco i pericoli in cui incorrono i lavoratori del cantiere. L’intenzione è  quella di rendere sempre più coscienti gli operai delle situazioni pericolose che affrontano lavorando e suggerire loro i buoni comportamenti da tenere, per evitare i  rischi.
Asle auspica che questo nuovo lavoro serva soprattutto a garantire la tutela dell’incolumità dei lavoratori stessi.
La scena rappresentata si svolge in cantiere durante la pausa pranzo,  alle ore 12 appunto. Si tratta di una conversazione tra colleghi, con i dovuti approfondimenti,  in cui vengono affrontate le diverse situazioni e ci si confronta sul modo di lavorare in sicurezza: dal rischio di caduta dall’alto al corretto utilizzo dei dispositivi individuali di protezione (DPI).

PRIMA MORTE BIANCA DEL 2009. A BREMBATE MUORE UN OPERAIO SCHIACCIATO DA UN’ESCAVATRICE

Incidente sul lavoro. Un grave infortunio si è verificato mercoledì 11 febbraio a Brembate poco dopo le tredici. L’uomo, 52 anni, è stato ucciso da un escavatore meccanico che l’ha investito in retromarcia.

Incidente sul lavoro. Un grave infortunio si è verificato mercoledì 11 febbraio a Brembate poco dopo le tredici. L’uomo, 52 anni, è stato ucciso da un escavatore meccanico che l’ha investito in retromarcia. Sul posto è subito intervenuto il 118, ma i soccorsi sono stati inutili. E’ la prima morte bianca del 2009.
Secondo una prima ricostruzione dei fatti, un operaio di Osio Sotto di 52 anni è stato travolto e schiacciato dalle grandi ruote di una pala meccanica manovrata da un collega. La vittima, che lavorava nella cava da trent’anni, stava aspettando che il mezzo caricasse la ghiaia nell’impianto di lavorazione degli inerti, cui era addetto. A un certo punto la distrazione fatale: la pala meccanica ha innestato la retromarcia e ha travolto l’uomo.

Layout mode
Predefined Skins
Custom Colors
Choose your skin color
Patterns Background
Images Background