MORIRE SUL LAVORO E’ UNA TRISTE REALTA’. 29 VITTIME NEI PRIMI 56 GIORNI DEL 2009

Loading
loading..

MORIRE SUL LAVORO E’ UNA TRISTE REALTA’. 29 VITTIME NEI PRIMI 56 GIORNI DEL 2009

25 Febbraio, 2009
Luisa Rota
No Comments

L’osservatorio Fillea Cgil pubblica il bollettino dei casi di infortunio mortale in edilizia. Hanno lasciato per sempre i propri cari ventotto operai, di cui cinque di nazionalità straniera e un imprenditore.

Sono ventinove i casi di morti bianche verificatesi in edilizia dal 1 gennaio ad oggi. Il dato è consultabile sul sito internet di Fillea Cgil, che quotidianamente pubblica il reso conto aggiornato dei decessi sul lavoro. L’ultimo fatto è di lunedì 23 febbraio,accaduto  in Abruzzo, in provincia di Teramo, dove un uomo di 33 anni, cantoniere Anas, ha perso la vita travolto da un autotreno sulla Strada Statale 80RAC “Teramo – mare”, mentre era al lavoro in un cantiere mobile regolarmente segnalato. Nei primi 56 giorni del 2009 hanno lasciato per sempre i propri cari ventotto operai, di cui cinque di nazionalità straniera e un imprenditore. Al vertice della triste classifica si colloca la regione Puglia con cinque morti bianche, seguita dalla Sicilia a quota quattro. Tre le vittime per la Toscana, due per Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo e Lazio. Un incidente è accaduto nelle regioni Liguria, Emilia Romagna e Campania.

Layout mode
Predefined Skins
Custom Colors
Choose your skin color
Patterns Background
Images Background